Ora c’è l’illuminazione pubblica solare. In Cambogia non è più al buio il tempio di Angkor Wat, all’interno del sito archeologico di Angkor, dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

 

 

Più che di lampioni si dovrebbe parlare di alberi solari, per certi versi analoghi al Solar Tree che illuminò la Ringstraße a Vienna nel corso di una manifestazione di tre anni fa. Il Solar Tree viennese però fu del tutto effimero: i lampioni solari di Angkor Wat sono nati per restare.

Qui sopra c’è il progetto, che però non rende giustizia all’opera. Ora vi faccio vedere i lampioni solari accesi.

Per il momento ne sono stati installati 16. Si prevede che ne arrivino altri 5-10 entro il 2015.

 

 

Eleganti, discreti, per nulla invadenti. World Changing scrive che, oltre ai turisti, traggono beneficio dai lampioni solari anche i cambogiani: possono tenere aperti mercati e altre attività fino a tardi.

 

 

Ideati da Nothing Design, i lampioni sono stati realizzati da Asiana Airlines e dalla Korea International Cooperation Agency.

Fonte: http://www.blogeko.it

 


 

Visitatori del sito dal 3 giugno 2024.

Italy 66,3% Italy
United States of America 22,3% United States of America
Germany 3,8% Germany

Total:

39

Countries
002900
Today: 11
Yesterday: 86
This Week: 187
This Month: 1.593
Total: 2.900
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.