Il Grande Canale Pechino-Hangzhou fu scavato tra il 605 e il 610 d.C, ossia nel periodo dell'Imperatore Yang Guang della dinastia Sui(581-618). Prendendo Luoyang come centro, il Grande Canale parte a nord da Pechino e arriva a sud a Hangzhou per una lunghezza di 1794 km, il che ne fa il canale artificiale più lungo del mondo.

 

 

Il Grande Canale percorre le città di Pechino e Tianjin e le province dello Hebei, Shandong, Jiangsu e Zhejiang, collegando il Fiume Hai, il Fiume Giallo, il Fiume Huai, il Fiume Azzurro e il Fiume Qiantang. Il Grande Canale Pechino-Hangzhou è un canale artificiale scavato con l'utilizzo di numerosi fiumi e laghi naturali, diventando un'arteria fluviale di grande traffico che collega il sud e il nord della Cina. Come una grandiosa opera creata dalla popolazione della Cina antica, il Grande Canale non serviva solo per la prevenzione delle inondazioni e per uso politico e militare, ma ha anche svolto un importante ruolo nella vita sociale del paese.

In Cina l'utilizzo delle fonti idriche per la costruzione di canali artificiali, l'irrigazione dei campi e i trasporti si può far risalire alla notte dei tempi. Secondo i documenti storici, nell'epoca delle Primavere e Autunni(770-475 a.C), per trasportare militari e cereali in vista di un attacco al Regno di Qi, Fu Chai, re di Wu, reclutò un'enorme di quantità di manodopera, facendo scavare fra il Fiume Azzurro e il Fiume Huai il Canale Han che costituì in seguito il tratto del Grande Canale nella provincia del Jiangsu. Dopo la sua salita al trono, allo scopo di rafforzare sul piano politico il controllo del paese e facilitare il trasporto a nord dei materiali del sud della Cina, l'Imperatore Yang Guang della dinastia Sui portò a termine due cose, ossia la costruzione a Luoyang di una nuova città, chiamata Dongjing, ossia capitale orientale, e lo scavo del Grande Canale che attraversa la Cina da sud a nord.

Nel 605 d.C, ossia nello stesso anno della costruzione della capitale orientale, l'Imperatore Yang Guang ordinò di reclutare nella provincia dello Henan e nella zona a nord del Fiume Huai più di un milione di persone per scavare il "Canale Tongji" tra Xiyuan, presso Luoyang, e Shanyang, l'odierna Huaian, nella provincia del Jiangsu, situata sulla riva meridionale del Fiume Huai. In seguito egli inviò altre 100 mila di persone reclutate nella zona a sud del Fiume Huai a riaprire alla navigazione il "Canale Han" tra Shanyang e Jiangdu, l'odierna Yangzhou nella provincia del Jiangsu, scavato dal re Fu Chai nell'epoca Primavere e Autunni. Di conseguenza le comunicazioni fluviali tra Luoyang e il sud della Cina furono notevolmente agevolate. Nei 5 anni successivi l'Imperatore Yang Guang inviò due volte il personale a scavare canali, uno dei quali, il "Canale Yongju", parte da Luoyang e arriva al distretto di Zuo, l'odierna città di Pechino, posta a nord del Fiume Giallo; l'altro, il "Fiume Jiangnan", parte da Jingkou, l'odierna Zhenjiang, nella provincia del Jiangsu, situata di fronte a Jiangdu, e arriva a Yuhang, l'dierna Hangzhou, nella provincia del Zhejiang. I quattro canali vennero collegati, originando il Grande Canale lungo 4.000 km che collega il sud e il nord della Cina.

Nella dinastia Tang(618-907), il Grande Canale fi sottposto ad una serie di lavori di risanamento. Partendo dagli interessi delle classi dominanti, le diverse dinastie successive continuarono a utilizzare e riparare il Grande Canale. La dinastia Yuan(1206-1368) stabilì la capitale a Dadu, l'odierna Pechino, trasferendovi il centro politico ed economico del paese, il che rese necessaria una linea di trasporto fra il sud e il nord.

Nel 1289 l'Imperatore Yuan Kubilai ordinò di scavare il "Canale Tonghui" tra Pechino e il distretto di Tong, collegandolo al vecchio corso del Grande Canale. In tal modo per raggiungere Pechino da Hangzhou non fu più necessario passare da Luoyang. A causa dell'ostruzione provocata da anni di mancato risanamento, parte dei tratti del Grande Canale scavati nella dinastia Sui vennero gradualmente abbandonati. Il Grande Canale odierno è costituito in linea di massima dai tratti scavati in epoca Yuan.

Il Grande Canale costituisce una grande opera idraulica creata dai lavoratori della Cina antica ed anche il canale più antico e più grande nel mondo. Il suo scavo occupa una posizione estremamente importante nella storia della Cina.

Fonte: http://italian.cri.cn

 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
757762
OggiOggi963
IeriIeri1308
Questa settimanaQuesta settimana8985
Questo meseQuesto mese22293
Dall'inizioDall'inizio757762