Si fanno sempre più insistenti le voci di un remake di "U.F.O. S.H.A.D.O.", la bellissima serie inglese degli anni ’70 targata Gerry & Sylvia Anderson. Pare che la rivisitazione cinematografica potrebbe vedere la luce nel 2013 con la regia dello stesso Gerry Anderson.

 

 

Nell’attesa di andare al cinema e nella speranza di spendere bene i soldi del biglietto, voglio ricordare brevemente la storia. Siamo nel 1980, la Terra è sotto attacco da parte di misteriosi alieni intenzionati a depredare corpi umani da usare come “parti di ricambio”. Per fronteggiare la minaccia, viene istituita una organizzazione militare segreta, la S.H.A.D.O. (Supreme Headquarters Alien Defence Organisation) attrezzata con le armi più sofisticate e in grado di contrastare la tecnologia aliene. La S.H.A.D.O. e il suo comandante, Straker, oltre ad avere a disposizione mezzi avanzatissimi: intercettori spaziali dotati di armi nucleari (Interceptor), sottomarini (SkyDiver), aerei (SkyOne), blindati (Shado Mobile), dispone di un satellite di sorveglianza SID (Space Intruder Detector) e persino di una base lunare (Base Luna), nel Mare Imbrium sul nostro satellite. Come fare a raggiungere Base Luna dalla Terra senza sopportare i costi elevatissimi del lancio di un vettore tradizionale? Semplice: con il Lunar Carrier (foto sopra), un grosso aeromobile VTOL che decolla dalle basi SHADO per sganciare il Modulo Lunare nella parte alta dell’atmosfera, inserendolo così in orbita. Non so se Paul Allen, co-fondatore di Microsoft, abbia mai visto UFO S.H.A.D.O. né quanto questo possa averlo influenzato nelle sue scelte, pare, tuttavia, che abbia intenzione di costruire, insieme a Burt Rutan, un enorme aereo in grado di lanciare nello spazio una navicella per il trasporto di persone e merci, colmando, con essa, il vuoto lasciato dal compianto programma Space Shuttle.

 

 

L’aereo che sarà spinto da 6 motori di Jumbo Jet, avrà un’apertura alare di 117 metri e peserà 544.000 Kg, trasporterà un razzo costruito da SpaceX, una società specializzata nel campo dei trasporti aerospaziali fondata da Elon Musk (che ha contribuito alla nascita Paypal). Allen non è nuovo ad imprese del genere. Già nel 2004 aveva realizzato il progetto sperimentale SpaceShipOne , una sorta di velivolo sub-orbitale che ha ottenuto grandi risultati. Personalmente non credo che l’idea dello Stratolaunch-System avrà il successo sperato ed è interessante notare quante iniziative stiano nascendo dopo la chiusura del programma Space Shuttle; però leggere sul Corriere.it di un “nerd” miliardario che vuole conquistare lo spazio (Allen, fra le altre cose ha fatto una grossa donazione al Seti Institute, il centro per l’analisi delle onde radio alla ricerca di messaggi extraterrestri, voluto da Carl Sagan) utilizzando la tecnologia di uno dei più bei telefilm di science fiction degli anni ’70 mi risolleva la giornata.

Fonte: http://www.ucronia.it

 


 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
OggiOggi1113
IeriIeri1309
Questa settimanaQuesta settimana3781
Questo meseQuesto mese30575
Dall'inizioDall'inizio1399598