Ringrazio Remilla Stefanini per questa sua bellissima testimonianza in cui racconta, come suo figlio, affetto da tantissimi problemi di salute e secondo i dottori affetto dalla sindrome del malato immaginario (ipocondria), sia riuscito a curarsi modificando la sua alimentazione. Ecco la storia di Oscar, il figlio di Remilla.

 



I problemi di Oscar.
Mio figlio nasce sano robusto e a termine ma già dai primi giorni di vita iniziano i problemi, capirò poi che la causa era l'allattamento misto con latte vacino in polvere. Oscar cresce a fatica tra un ricovero e l'altro, mille sintomi asma, bronchiti, broncospasmi, febbre altissima, tossi spesso associate a vomito e mal di testa. Camminava poco era sempre stanco e spesso cadeva a terra. Con grande fatica arriviamo alle porte dell'adolescenza indeboliti da continue cure antibiotiche cortisoniche e antinfiammatorie, la nostra casa era praticamente diventata una farmacia! A 12 anni Oscar comincia ad avere oltre ai problemi di sempre, stanchezza esagerata dolori agli arti, crampi muscolari continui, mal di testa terribili, gravi disturbi di attenzione e di apprendimento viene sospettata una strana dislessia che andava e veniva, dolori di pancia terribili, stipsi alternata a diarrea.

La diagnosi: ipocondria.
Inizia il calvario dei ricoveri ospedalieri, sette per la precisione! In cinque strutture ospedaliere diverse. Nessun medico capisce il suo problema e viene etichettato come ipocondriaco e malato immaginario. Faccio presente che tutti noi soprattutto io e l'altro mio figlio più piccolo non è che stessimo meglio, anche noi eravamo sempre ammalati tossi, bronchiti, influenze, febbri ecc… Eravamo disperati nessuno medico era riuscito a sollevare Oscar da tutti questi sintomi e lui stava sempre peggio. Poi grazie ad un psicologa a cui mi ero rivolta visto che si parlava di ipocondria, e visto che lo stato di prostrazione del ragazzo si era aggravato a pari passo con la sua salute, nascono i primi sospetti, disbiosi intestinale e intolleranze alimentari.

Cambia alimentazione e spariscono i problemi.
Ci rivolgiamo ad un immunologa che ci spiega come in base al nostro gruppo sanguigno 0+ alcuni alimenti quali latticini e cereali per noi siano tossici! Sono passati quattro anni e noi siamo rinati! Ora siamo sani e felici i mal di testa, le infezioni, i dolori arricolari e tutti gli altri sintomi sono spariti e noi siamo tornati a vivere! Anche mia madre 85 anni dopo una vita di inferno, è tornata a sorridere e sta meglio ora di quando aveva vent'anni! Spariti dolori cervicali migliorato il reflusso gastrico, spariti dolori artrosici, abbassata la pressione. Incredibile! Ora scopro la dieta del dottor Mozzi e apprendo con immenso piacere che finalmente grazie alla mia cara immunologa e a questo fantastico medico che ho avuto la grazia di conoscere, la vita è tornata a sorriderci ed è stato come rinascere. Invito calorosamente tutti i medici i pediatri e gli specialisti quali pneumologi, allergologi, neurologi, gastroenterologi a crescere nella loro professione entrando in questa consapevolezza capaci così di dare risposte concrete ai problemi di salute che affliggono l'umanità, smettendo di imbottirci di inutile chimica che serve solamente ad alleviare i sintomi senza andare a scoprire e a rimuovere la vera causa del problema.

Stefanini Remilla

Fonte: https://dietagrupposanguigno.it



NB: Maggiori informazioni sulla dieta del gruppo sanguigno le trovi nel libro “La dieta del dottor Mozzi: gruppi sanguigni e combinazioni alimentari”. Qui trovi la recensione del libro.

 


 

OggiOggi868
IeriIeri2141
Questa settimanaQuesta settimana868
Questo meseQuesto mese50782
Dall'inizioDall'inizio2398808
Miglior giorno 12-19-2022 : 3126