Stampa

 

La tecnologia radar a lungo raggio di nuova generazione della Russia rilevava un gruppo di 6 aerei da caccia multiruolo F-35 di quinta generazione vicino al confine iraniano. Ciò fu ottenuto da un radar che ha modalità operativa specifica utilizzando la ionosfera durante la scansione dello spazio aereo. I radar della difesa aerea controllano lo spazio aereo intorno alla Federazione Russa per distanze di diverse migliaia di chilometri. Lo notava il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov affermando che i radar della difesa aerea a lungo raggio rilevarono 6 caccia F-35 di quinta generazione vicino lo spazio aereo iraniano poche ore dopo l’attacco missilistico contro le basi militari statunitensi in Iraq. Secondo il capo del Ministero degli Esteri russo, “in quel momento, almeno sei caccia F-35 furono rilevati vicino al confine iraniano. Questa informazione necessita di ulteriori conferme, tuttavia, indica la gravità della situazione che ulteriormente aumentava le tensioni nella regione”, affermava il portale russo RG. Secondo gli esperti militari, attualmente il sistema radar a lungo raggio all’orizzonte è attivamente utilizzato dalla difesa aerea dell’esercito russo. Il nome ufficiale del sistema è 29B6 “Kontejner” Ciò che è particolarmente interessante è che gli Stati Uniti affermano che l’F-35 è l’aereo stealth più avanzato al mondo, praticamente “invisibile” a qualsiasi sistema radar. Tuttavia, l’affermazione veniva dimostrata un’assurdità assoluta dato che i sistemi di nuova generazione a lungo raggio possono rilevarli a migliaia di miglia dai confini della Russia. Il test di Stato della stazione radar “Kontejner” fu completato con successo l’anno scorso, quando divenne immediatamente operativo. Il suo principio operativo è unico e può essere considerato una vera svolta nel campo delle tecnologie radar. Ad esempio, se un radar standard di un sistema di difesa aerea a lungo raggio o un’unità radar dedicata può rilevare e localizzare un bersaglio aereo a distanza di 400 km, la stazione radar “Kontajner” fa lo stesso a 2.000 km. In pratica, questo radar copre lo spazio aereo di tutti gli Stati della NATO in Europa. Grazie alla sua potenza, ogni possibile attacco aereo a sorpresa contro la Russia è escluso. La prima stazione radar “Kontejner” fu provata il 1° dicembre 2018. Questa stazione copre lo spazio aereo a ovest e a sud dei confini della Federazione Russa. La prossima stazione dello stesso tipo coprirà l’intero spazio aereo artico (compresi tutte le rotte sul Polo Nord). Il complesso radar “Kontejner” è specializzato nella rilevazione e localizzazione di oggetti aerodinamici, come aviogetti o missili da crociera. Il principio operativo è molto semplice. Le antenne radar emettono onde elettromagnetiche ad un certo angolo, che rimbalzano sulla ionosfera e si riflettono oltre l’orizzonte per diverse migliaia di chilometri. Queste onde ritornano nello stesso modo alle antenne e mostrano i risultati sul display dell’operatore di controllo del complesso. Durante la prova del primo complesso “Kontejner”, installato a Kovilkino, a sud di Nizhnij Novgorod, gli operatori poterono vedere il quadro completo dello spazio aereo su quasi tutta l’Europa occidentale. Nel frattempo, l’esercito russo acquisiva la copertura radar completa su tutto lo spazio aereo russo. È anche un sistema di primo allarme contro missili balistici di diversi tipi e gittate. L’elemento principale di questo complesso sistema sono le stazioni radar a lungo raggio avanzate “Voronezh”.

Drago Bosnic, FRN 26 gennaio 2020

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Fonte: http://aurorasito.altervista.org

 


 

Categoria principale: Articoli
Categoria: Geopolitica
Visite: 625