ansu

Questo è il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale Studi Ufo - A.N.S.U.

Sembra che ormai la popolazione del pianeta Terra, che ci si trovi in Norvegia o in Cina, si stia abituando a fenomeni inusuali come le fantomatiche "spirali nel cielo". Dopo la Norvegia è la volta della Cina: alcuni siti ufologici cinesi, e di rimbalzo quelli occidentali, hanno riportato come di recente sia stata avvistata una nuova spirale nei cieli cinesi.

 

 

In realtà, il fenomeno è stato un pò più complesso di quello norvegese: un globo luminoso azzurro ha intercettato un globo verde, creando un'esplosione molto luminosa che avrebbe generato un movimento a spirale nel cielo. I testimoni oculari delle regioni di Xinjiang e Gansu hanno assistito all'evento, ma essendo zone per lo più rurali non hanno a disposizione la quantità di macchine fotografiche e videocamere presenti nei Paesi scandinavi. Il risultato è che si hanno solo tre foto dell'evento, due che ritraggono un globo azzurro ed una che riprende una sfera di colore verde.

Ecco alcune delle testimonianze:

"Io ed i miei 45 colleghi siamo usciti dalla miniera, ed ho improvvisamente percepito che il colore del cielo stava cambiando, diventando più luminoso. A Sud-Ovest c'era una serie di luci verdi, che si muovevano lentamente verso est. Una luce blu ha generato una serie di onde che hanno ruotato nel cielo per diversi minuti, per poi sparire dietro ad una montagna".

"Io ed i miei amici stavamo tornando a casa, quando improvvisamente abbiamo visto un punto luminoso nel cielo verso Ovest, girava in senso orario dirigendosi verso Sud. Era circondato da una nebbia bianca che si espandeva costantemente. Nel centro è poi apparso un cerchio blu che si è espanso, poi si è gradualmente dissolto fino a sparire."

 

 

Sebbene non sia stato un fenomeno ufologico in piena regola, come si potrà leggere in seguito, questo episodio pone ancora una volta la questione di quanto sia importante indagare sulla fenomenologia UFO. Ogni oggetto che non viene identificato nel cielo potrebbe costituire una minaccia per la sicurezza di uno o più Paesi, ed è compito di qualcuno indagare e prevenire qualunque pericolo per la popolazione. Arriviamo ora alla spiagazione: lunedì scorso l'agenzia Xinhua pubblica una news che recita "La Cina ha condotto dei test sull' intercettazione di missili all'interno del proprio territorio". Un'ora dopo pubblicava in aggiunta "Il test ha raggiunto l'obiettivo prefissato. Il test è stato di natura difensiva, e non ha mirato a nessuna nazione straniera". Altri dettagli non sono stati rilasciati, ma in sintesi si tratterebbe di una sorta di scudo antimissile, bene o male come quello che gli USA hanno cercato di installare in Polonia non senza le rimostranze del governo russo. Un missile viene captato da un complesso sistema radar, ed intercettato in volo da un altro missile, che neutralizza la minaccia in arrivo. Non si conosce il tipo di missile, non si sa da dove sia partito il missile-bersaglio e quello da intercettazione, e nemmeno a che velocità ed altezza sia avvenuto lo scontro. Ma non è raro che il governo cinese tenda a non rilasciare certe informazioni. Dopotutto, il governo cinese sa benissimo che gli USA tengono d'occhio le loro operazioni militari tramite satellite, e che il rilasciare certe informazioni potrebbe far acquisire agli "spioni" americani delle informazioni fondamentali per avere il quadro completo del sistema di difesa appena testato. Finora non c'è stata alcuna conferma da parte dell' intelligence americana sul test missilistico che la Cina avrebbe effettuato. L'orario del test sembrerebbe coincidere con le poche informazioni che Pechino ha rilasciato sul lancio dei due missili.

Gennaio 2010.

Fonte: http://www.ditadifulmine.com

 


 

 

Disclaimer: questo portale ("Ansuitalia") NON rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita' su vari argomenti, tra cui ufo, uap, veicoli transmedia, spazio, alieni, missioni extraterrestri, elettronica, informatica, geopolitica, astronautica ed altri campi. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Il Webmaster inoltre dichiara di NON essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilita' di persone terze NON sono da attribuirsi al Webmaster, che provvedera' alla loro cancellazione una volta venuto a conoscenza di un problema. Eventuali ritardi nella cancellazione di quanto sgradito non sono imputabili a nessuno. Si declina ogni responsabilita' sull'utilizzo da parte di terzi delle informazioni qui riportate. Le immagini pubblicate su questo sito, salvo diversa indicazione, sono state reperite su Internet, principalmente tramite ricerca libera con vari motori. In ogni caso si precisa che se qualcuno (potendo vantare diritti su immagini qui pubblicate, oppure su contenuti ed articoli, o per violazioni involontarie di copyright) avesse qualcosa da rimproverare o lamentare puo' scriverci attraverso la sezione per i contatti .

 

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.