Sopra il piano del nostro sistema solare, nei pressi del baratro cosmico ospitante la fascia degli asteroidi, gli scienziati sono a conoscenza della presenza di un gruppo stravagante di rocce spaziali: gli asteroidi Eufrosine. Sino ad ora oscuri e misteriosi, questi oggetti, il cui nome deriva da una delle tre grazie nella mitologia greca, cominciano ad essere oggetto di studio da parte della NASA. Gli asteroidi Eufrosine hanno un percorso orbitale insolito che sporge ben al di sopra dell’eclittica, l’equatore del sistema solare. La roccia principale, scoperta da James Ferguson il 1º settembre 1854, vanta un diametro di ben 255 chilometri, rendendola tra le più grandi della fascia principale. Ora, un nuovo studio condotto dal Jet Propulsion Laboratory a Pasadena, in California, sta cercando di indagare sui misteri che aleggiano su questi corpi potenzialmente pericolosi per il nostro pianeta. I primi dati dimostrano che le interazioni gravitazionali con Saturno potrebbero plasmare le rispettive orbite, spingendo alcuni dei più grandi frammenti nello spazio adiacente alla Terra.

 

 

Attraverso il telescopio NEOWISE, che opera nella porzione infrarossa dello spettro con una maggiore accuratezza rispetto ai telescopi nel visibile, gli scienziati del JPL sono stati in grado di misurare le loro dimensioni e la quantità di energia solare che essi riflettono. I 1400 asteroidi si sono rivelati grandi e scuri, con orbite molto inclinate ed ellittiche. “Attualmente – si legge nello studio condotto da Joseph Masiero – esistono più di 700.000 corpi asteroidali attualmente conosciuti nella fascia compresa tra Marte e Giove, ma solo alcuni appartengono ad una regione estremamente unica“. Una migliore comprensione delle origini e dei comportamenti di questi oggetti darà ai ricercatori un quadro più chiaro sugli asteroidi in genere, in particolare su quelli potenzialmente pericolosi per la Terra. Tali studi, all’apparenza privi di significato, rappresentano una grande occasione per il futuro dell’umanità.

 

Fonte: http://www.scienzenotizie.it

 


 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
OggiOggi177
IeriIeri1213
Questa settimanaQuesta settimana1390
Questo meseQuesto mese25680
Dall'inizioDall'inizio1323009