Stampa

Un team di astronomi dell'Università di Leida ha utilizzato una rete neurale per costruire un database che traccia le orbite di asteroidi potenzialmente pericolosi.

 

 

Categoria principale: Articoli
Categoria: Informatica
Visite: 247