Caratteristiche e differenza tra radio AM e FM in elettronica.

La radio è un dispositivo comune che veniva utilizzato per la comunicazione in epoche precedenti. Tuttavia, ora il segnale radio è ancora utilizzato per alcuni scopi di comunicazione. Ci sono 2 tipi di segnale radio: Radio FM e AM. Qui discuteremo le differenze tra radio AM e radio FM.

Che cos’è la radio AM?
La radio AM trasmette il suo segnale utilizzando la modulazione di ampiezza (AM) mentre la radio FM utilizza la modulazione di frequenza (FM). I segnali AM e FM sono completamente diversi nel modo in cui vengono prodotti, tuttavia entrambe le frequenze possono essere utilizzate per trasmettere musica. Il segnale AM ​​utilizza un singolo tono che viene aumentato in ampiezza. Il segnale FM d’altra parte produce uno spostamento di frequenza o una variazione della frequenza in base al livello del volume della radio. Per produrre un segnale AM, viene utilizzato un singolo oscillatore e quindi viene aggiunto un mixer. L’uscita di questo mixer viene quindi miscelata con un amplificatore. Al contrario, un segnale FM è prodotto da più oscillatori disposti in bande di frequenza che vengono poi sommate per produrre uno spostamento di frequenza o una variazione della frequenza. Un mixer intermedio viene utilizzato tra ciascun oscillatore per ottenere questo effetto. Al fine di rendere più facile per te capire cosa fanno le radio AM e FM in modo diverso, potrebbe essere utile considerare alcune differenze chiave tra questi due tipi di radio.

Che cos’è la radio FM?
La radio FM trasmette il suo segnale utilizzando la modulazione di frequenza (FM). Ciò significa che la radio utilizza una combinazione di onde di frequenza e onde sonore per trasmettere il suo segnale. La differenza tra le radio AM e FM è che usano forme d’onda diverse per creare i loro segnali. Con le radio FM, ci sono più frequenze disponibili per l’uso rispetto alle radio AM. Ciò significa che ci sono più canali disponibili per l’uso in un sistema FM che in un sistema AM. Ma, a differenza delle radio AM, le radio FM possono utilizzare più di un canale alla volta. Infatti, se hai un impianto stereo di fascia alta con 5 o 6 altoparlanti.

Somiglianze tra radio AM e FM.
Ci sono molte somiglianze tra la radio AM e FM. L’unica differenza tra i due è che la radio AM utilizza la modulazione di ampiezza mentre la radio FM utilizza la modulazione di frequenza. Ma una cosa che fa la differenza è il modo in cui queste radio trasmettono il loro segnale. La radio AM trasmette il suo segnale utilizzando la modulazione di ampiezza (AM). Ciò significa che la radio utilizza una combinazione di onde sonore e onde radio per trasmettere il suo segnale.

Differenza tra radio AM e FM.
La differenza tra la radio AM e FM è che la radio utilizza le onde sonore invece delle onde radio per trasmettere il suo segnale. Quando una radio AM trasmette il suo segnale, crea un forte rumore statico che farà sanguinare l’orecchio. L’ampiezza di questo rumore statico dipenderà dalla distanza tra il trasmettitore e il ricevitore, ma di solito è compresa tra -30dBm e -50dBm (unità di potenza). La radio AM può trasmettere solo a una frequenza alla volta, quindi non ci sono frequenze disponibili per la radio FM.

Fonte: https://vitolavecchia.altervista.org



Il segnale radio deve trasmettere delle informazioni, le quali possono essere impresse sul segnale in due modi: variando l’ampiezza dell’onda o variando la sua frequenza.  Nel caso di variazione dell’ampiezza si parla di trasmissioni AM (Amplitude Modulation). Vista la sua maggiore facilità di realizzazione ed utilizzo, l’AM è stata la prima modalità di trasmissione di segnali radio. La modulazione di ampiezza è ottenuta sovrapponendo un segnale ad alta frequenza che trasporta l’informazione (portante) ad un segnale a bassa frequenza che ne modifica l’ampiezza (modulante). Nel caso di variazione della frequenza si parla di trasmissioni FM (Frequency Modulation). Anche in questa modalità di modulazione troviamo un’onda detta portante che trasporta il segnale, mentre il modulante è un segnale analogico che modifica la frequenza di un fattore proporzionale. La modulazione di frequenza ha in larga parte soppiantato quella di ampiezza in quanto, seppur di più difficile realizzazione, è meno sensibile a fenomeni di disturbo ed interferenza. Le onde AM operano ad un intervallo di frequenza che va da 535 a 1605 kHz, e le stazioni sono separate da un intervallo d 10 kHz. Le onde FM operano tra gli 88 e i 108 MHz, e le stazioni sono distanziate da intervalli di 200 kHz. Alle onde FM corrispondono intervalli più grandi rispetto a quelli impiegati in AM perché, in FM, la frequenza è utilizzata sia per distinguere le stazioni trasmittenti, sia per la trasmissione dell’informazione, mentre in AM la frequenza distingue esclusivamente le stazioni trasmittenti.

Fonte: http://www.fmboschetto.it



Trasmissioni radio AM e FM.

AM (Amplitude Modulation).

La tecnica della modulazione di ampiezza permette di imprimere dell'informazione auditiva o visiva su un'onda di una particolare frequenza, detta portante, carrier in inglese, variando l'ampiezza dell'onda portante in modo opportuno. L'AM è stato il primo metodo usato per trasmettere programmi radio. Oltre che per le trasmissioni radio commerciali, l'AM è impiegata nelle trasmissioni radio a onde corte su lunghe distanze e nelle trasmissioni della parte video dei programmi televisivi. Le stazioni radio AM commerciali operano a frequenze fra i 535 e i 1605 kHz (entro la banda HF), separate fra loro di 10 kHz. Le frequenze dell'onda portante usate per la televisione vanno da 55 a 210 MHz circa (nella banda VHF, quindi). In questa banda vi è spazio disponibile per circa 30 stazioni televisive, ciascuna delle queli usa una larghezza di banda di circa 5 MHz. Se le stazioni fossero molto più numerose non sarebbe possibile sintonizzare una singola stazione.

FM (Frequency Modulation).
Nelle trasmissioni a modulazione di frequenza (FM) l'ampiezza del segnale portante è mantenuita costante, ma la sua frequenza viene alterata a seconda delle variazioni nel segnale audio che si vuole trasmettere. La tecnica della modulazione di frequenza fu sviluppata dall'ingegnere americano Edwin H. Armstrong negli anni '30, per cercare di rimediare all'interferenza e al rumore che poteva rendere le trasmissioni AM di difficile ricezione. Le trasmissioni FM risentono molto meno di quelle AM dei disturbi causati da avverse condizioni atmosferiche (es. i temporali), da correnti elettriche e altre sorgenti di campi elettrici, che producono alterazioni nell'ampiezza dell'onda radio, ma non nella sua frequenza. L'FM è migliore che non l'AM per la trasmissione stereofonica, per i segnali audio televisivi e per i collegamenti telefonici a lunga distanza. Alle stazioni radio FM commerciali sono state assegnate frequenze più alte che non quelle per l'AM: il range varia da 88 a 108 MKz (nella banda VHF), e le stazioni sono distanziate di 200 kHz fra loro.

Fonte: http://archivio.torinoscienza.it



Cosa cambia tra radio FM e AM?
Il tipo di modulazione non determina l'intervallo; frequenza e lunghezza d'onda fanno. Differenza della lunghezza d'onda Le onde AM funzionano nell'intervallo di KHz di conseguenza le onde AM hanno una lunghezza d'onda maggiore Mentre le onde FM funzionano nel MHz, queste hanno una lunghezza d'onda più breve.

A cosa serve la frequenza radio AM?
Oltre che per le trasmissioni radio commerciali, l'AM è impiegata nelle trasmissioni radio a onde corte su lunghe distanze e nelle trasmissioni della parte video dei programmi televisivi. Le stazioni radio AM commerciali operano a frequenze fra i 5 kHz (entro la banda HF), separate fra loro di 10 kHz.

La Modulazione di Frequenza (FM).
La Base Station invia quindi un segnale attraverso una perturbazione di onde elettromagnetiche. (..) Le frequenze delle onde radio copre un intervallo dell'ordine dei MHz.

Cosa vuol dire FM?
La modulazione FM Se la modulazione del segnale radio in entrata va a modificare la frequenza del segnale portante, si parla di modulazione di frequenza FM (Frequency Modulation). In questo caso, la frequenza del segnale portante è deviato in maniera proporzionale all'ampiezza del segnale modulante.

Chi trasmette ancora in AM?
La RAI ha sensibilmente ridimensionato, ormai da anni, la propria presenza in AM, pur mantenendo ancora oggi una discreta copertura nazionale. Archiviate Radio2 e Radio3, resta operativa la prima rete con una programmazione pressochè identica (tranne rare eccezioni) all'FM e al digitale di Radio1.

Come trasformare una radio FM in DAB?
La soluzione più semplice è certamente quella di acquistare un adattatore Digital Audio Broadcasting (DAB), che si collegano all'autoradio già presente nella macchina, consentendo di ascoltare tutte le stazioni radio digitali preferite.

Chi trasmette in AM?
Frequenza (kHz) - Emittente - Potenza (kW)
900 - Rai OM Unica - 50 kW.
936 - Rai OM Unica - 5 kW.
981 - Rai Radio Trst A - 10 kW.
999 - Rai OM Unica - 50 kW.

Chi trasmette ancora in onde medie?
La RAI trasmette nella banda delle onde medie tramite 12 impianti sul territorio nazionale. Dal 2004 l'unico canale RAI ad essere irradiato in onde medie è RAI Radio 1, che prende nome Radio OM Unica, il suo palinsesto varia leggermente rispetto quello in FM.

Come è formata una radio?
Una radio elementare è composta da un circuito sintonizzatore, un rilevatore e un trasduttore acustico.

Come funziona la modulazione di frequenza?
modulazione di frequenza. Consiste nel far variare la frequenza della portante proporzionalmente al valore istantaneo del segnale modulante, lasciandone inalterata l'ampiezza. dove Kf è una costante caratteristica del modulatore. il primo termine (AJ0) è la portante.

Fonte: https://www.tellaroitaly.com



Che differenza c'è tra AM ed FM?

Perchè le stazioni televisive e radio a modulazione di frequenza (FM) si possono sentire solo se l'antenna ricevente è in vista diretta dell'emittente (o di un opportuno riflettore, eventualmente un satellite), mentre le onde radio a modulazione di ampiezza (AM) possono attraversare l'oceano? Le onde elettromagnetiche, in condizioni normali, si propagano in linea retta, dunque la stazione emittente e quella ricevente devono trovarsi in vista l'una dell'altra. Se così non è, le onde radio della gamma che interessa la televisione e la modulazione di frequenza (FM) si perdono nello spazio, perchè attraversano la ionosfera senza essere nè assorbite, nè riflesse (oggi, per la verità, grazie ai satelliti artificiali, esse possono essere fatte rimbalzare verso terra e raccolte anche dalla parte opposta del globo). Le onde radio di minor frequenza, come sono quelle che corrispondono alla modulazione di ampiezza (AM), vengono invece riflesse dalla ionosfera e possono raggiungere stazioni riceventi molto lontane dalla trasmittente, situate ben al di sotto della linea d'orizzonte.

Fonte: http://www.lecceweb.it


La differenza tra AM e FM.

La differenza sta nel modo in cui l'onda portante viene modulata o alterata. Con la radio AM, l'ampiezza o la potenza complessiva del segnale viene variata per incorporare le informazioni sul suono. Con FM, la frequenza (il numero di volte al secondo in cui la corrente cambia direzione) del segnale portante viene variata.

Perché la radio FM è migliore di quella AM?
La radio FM rimane sempre a un'ampiezza costante, quindi la potenza del segnale non cambia. FM utilizza una gamma di frequenza più elevata e una larghezza di banda maggiore rispetto a AM. ... Ciò significa che una stazione FM può trasmettere 15 volte più informazioni di una stazione AM e spiega perché la musica suona molto meglio in FM.

Qual è la differenza tra la modulazione FM e AM?
La principale differenza tra le due modulazioni è che nella modulazione di frequenza, la frequenza dell'onda portante viene modificata secondo i dati di trasmissione, mentre nella modulazione di ampiezza, l'onda portante viene modificata in base ai dati.

Che è molto meglio usare AM o FM?
FM ha una migliore qualità del suono grazie alla maggiore larghezza di banda. La radio AM varia da 535 a 1705 KHz (OR) Fino a 1200 bit al secondo. La radio FM varia in uno spettro più alto da 88 a 108 MHz. ... Nella trasmissione radio AM, il segnale modulante ha una larghezza di banda di 15 kHz, e quindi la larghezza di banda di un segnale modulato in ampiezza è 30 kHz.

A cosa serve la radio AM?
Segnali modulati AM e FM per radio. AM (Amplitude Modulation) e FM (Frequency Modulation) sono tipi di modulazione (codifica). Il segnale elettrico proveniente dal materiale del programma, solitamente proveniente da uno studio, viene miscelato con un'onda portante di una frequenza specifica, quindi trasmesso.

Perché la radio AM non viene utilizzata?
Il calo dell'audio AM era dovuto più alla regolazione che al metodo di modulazione. Un aspetto della radio non compreso dalla maggior parte degli ascoltatori è il concetto di larghezza di banda occupata o la quantità di spettro che una stazione utilizza per trasmettere il suo segnale.

Qual è lo svantaggio di FM rispetto a AM?
Spiegazione: Lo svantaggio di FM rispetto a AM è che nella modulazione di frequenza è richiesta un'ampia larghezza di banda. Mentre, in caso di vantaggi, FM è meno soggetto a interferenze di rumore e ha un consumo energetico inferiore rispetto a AM. ... Quindi viene utilizzato solo nella modulazione di frequenza e non nella modulazione di ampiezza.

Che cosa significa FM nel testo?
Riepilogo dei punti chiave. "Frequency Modulation" è la definizione più comune per FM su Snapchat, WhatsApp, Facebook, Twitter e Instagram. FM. Definizione: modulazione di frequenza.

Perché le stazioni radio AM interrompono l'alimentazione di notte?
La maggior parte delle stazioni radio AM sono obbligate dalle regole della FCC a ridurre la loro potenza o cessare di funzionare di notte per evitare interferenze con altre stazioni AM. Tuttavia, durante le ore notturne i segnali AM possono viaggiare per centinaia di miglia per riflessione dalla ionosfera, un fenomeno chiamato propagazione "skywave".

Come funzionano le onde AM e FM?
Nella trasmissione AM, l'ampiezza dell'onda portante viene modulata per codificare il suono originale. Nella trasmissione FM, la frequenza dell'onda portante viene modulata per codificare il suono. Un ricevitore radio estrae il suono del programma originale dal segnale radio modulato e riproduce il suono in un altoparlante.

Perché FM è meno rumoroso di AM?
Durante il processo di modulazione, il rumore viene modulato in ampiezza. Poiché determina solo variazioni nell'ampiezza delle onde portanti, non danneggia il segnale del messaggio. Per questo motivo, il segnale FM è meno suscettibile al rumore rispetto a un segnale AM.

Perché FM è più immune al rumore rispetto a AM?
Il segnale FM ha ampiezza fissa e fase e frequenza è variabile. Il rumore è generalmente distribuito uniformemente in tutto lo spettro e varia in modo casuale in ampiezza. La variazione di ampiezza può modulare il segnale e può essere rilevata in un sistema AM. ... Quindi FM è più immune al rumore.

Fonte: https://it.differbetween.com






 

OggiOggi1630
IeriIeri566
Questa settimanaQuesta settimana9198
Questo meseQuesto mese47729
Dall'inizioDall'inizio2395755
Miglior giorno 12-19-2022 : 3126