Tre le 22.00 e le 24.00 di lunedì 6 giugno 1983 un UFO a forma di sigaro solcò i cieli della Sardegna, della Liguria, della Toscana, del Piemonte e della Lombardia, facendosi notare da migliaia di persone.

 

Copyright dell'immagine dell'utente "Sirio".



Il fatto destò molto clamore. Per la prima volta un UFO, perchè appunto di un oggetto volante non identificato si trattava, era stato visto contemporaneamente da innumerevoli testimoni. Tutti i giornali ne parlarono con vistosi titoli ad effetto: "Un sigaro di fuoco nel cielo di Sassari"(La Nuova Sardegna); "Un UFO sfreccia nel cielo di Genova" (Il Lavoro); "L'UFO che brucia ha tenuto i milanesi a naso in su" (Corriere della Sera); "Una notte di UFO sull'Italia" (La Stampa); "Un UFO viaggia nei cieli d'Italia: marziani in trasferta o meteoriti?" (Il Giornale) e molti altri ancora. Nonostante l'evidente inspiegabilità del fenomeno, qualcuno si preoccupò di gettare acqua sul fuoco. Mario Cavedon, ad esempio, responsabile del Planetario di Milano, affermò che potevano esservi diversi interpretazioni scientifiche: un bolide in fase di disintegrazione, un corpo in orbita illuminato dal sole, oppure una scarica elettrica. Ma il Dott. Cavedon non tenne conto delle caratteristiche dell'UFO descritto da vari testimoni: quota relativamente bassa e più luci (tre davanti ed una dietro) notate distintamente sul corpo dell'oggetto. Nè d'altra parte lo scienziato si preoccupò di prendere in considerazione il tortuoso giro che l'UFO compì seguendo la sua misteriosa rotta. Qui di seguito voglio riportare uno dei testimoni (l'utente Sirio del forum del sito InvasioneAliena ) che assistette all'avvistamento del 6 Giugno 1983.

"Eccomi qui a raccontare uno dei miei due avvistamenti Ufo... Dopo averci pensato parecchio in primis ho voluto postare con la speranza di trovare qualcuno che abbia visto. In ordine questo che racconterò è il secondo, il primo lo avuto nel 1982. Il secondo lo ritengo di estrema importanza... Era la sera del 6 giugno 1983 intorno alle 23:35 più o meno, tornando verso casa ad un certo punto vidi una luce scendere dal cielo davanti a me, fermai subito la macchina e scesi, xkè capii subito che non era una cosa normale, scendeva arrivando da sud (Milano) e andava verso Nord, più o meno così! quando questa luce fu quasi sopra di me ad un altezza approssimativa di un centinaio di metri, forse anche meno, avevo come riferimento il tetto di un capannone, con grande stupore mi accorsi che era un astronave di forma sigariforme."

 

Rappresentazione artistica dell'UFO. Copyright dell'immagine dell'utente "Sirio".



"Era grandissima, in punta all'astronave c'era una luce fortissima e tanto luminosa, questa luce si divideva in tre, dando una forma di stella, sul lato dell'astronave c'erano tre oblò (li chiamo così xkè non saprei definirli in altro modo) erano illuminati da una luce chiara, non brillante, erano grandissimi, tanto per fare un esempio forse come una vetrina in circonferenza di un negozio, ho avuto come l'impressione d'aver visto delle figure umanoidi in piedi, come se stessero guardando fuori da questi oblò, in quel momento non so come dire... mi sono sentito osservato, ricordo che un brivido mi è partito lungo la schiena, sbalordito di ciò che stavo vedendo non mi rendevo conto della realtà della cosa, il silenzio poi accentuava di più questo sentore... ero li impalato ad ammirare quell'astronave finchè si è persa alla mia vista, l'emozione era grande, appena mi sono ripigliato mille pensieri iniziarono a passarmi per la testa... La sagoma dell'astronave la si distingueva benissimo, scura, ma come se fosse luminescente nello stesso tempo (non so come spiegare) viaggiava silenziosa, nessun rumore o sibilo, non chiedetemi a che velocità andava xkè non saprei dire. Ho avuto il tempo per vederla benissimo, quella sera il cielo era limpido e stellato il tutto è durato forse 40/50 secondi e più... dietro di se lasciava una scia luminosissima e lunghissima forse qualche chilometro, sembrava come di brillantini chiari luminescenti, che dopo un bel po', scendevano verso terra come coriandoli, finche si spegnevano. (anche quando l'astronave è scomparsa alla mia vista la scia permaneva ancora per qualche minuto). I giornali dell'epoca riportarono questo fatto dicendo che mezza Italia del nord fu con il naso all'insù, xkè furono in molti quella sera ad avere visto l'astronave, fu vista dalla Francia alla Sardegna, toscana, Piemonte e Lombardia. Bè! dopo aver raccontato questo fatto, adesso mi piacerebbe trovare qualcuno che quella sera come me ha avuto la fortuna di assistere a questo avvistamento, dato che l'astronave ha sorvolato diverse regioni Italiane, sarebbe interessante mettere a confronto le opinioni di ciò che si è visto... Molto probabilmente mi trovavo nel posto giusto al momento giusto e mi ritengo fortunato per questa cosa, credo che abbia rafforzato di più in me il fatto di credere ad una vita extraterrestre... poi da allora non ho visto più niente, nonostante stia attento e scruto il cielo quasi tutte le sere e quando ne ho l'occasione, con la speranza di vedere ancora qualcosa... ma purtroppo più nulla. Dentro di me ho la certezza che quell'astronave fosse Aliena... non aveva niente di terrestre, non ho mai visto nulla di simile in tutta la mia vita e le poche volte che l'ho raccontato ai tempi, sono stato preso per visionario e ben pochi mi hanno creduto, ma pochi veramente! Dopo di che ho preferito tenermi tutto per me, tanto non mi credevano, quindi... mi sembrava stupido continuare a raccontare a che scopo poi!? a me non veniva in tasca niente, quindi...!! comunque sta di fatto che io so quello che ho visto e tanto mi basta! Questa è la seconda volta che racconto il mio avvistamento in un forum, questo di IA e nel forum di Ufologia Biz che ora non esiste più... raccontandolo in BIZ ho avuto la fortuna di trovare 2 utenti che presumibilmente hanno avuto lo stesso avvistamento da regioni diverse e confermato ciò che dicevo, solo che loro l'astronave con la scia luminosa l'hanno vista da lontano alla grandezza come la luna piena, così mi diceva un utente e lui ricordava solo un oblò grande e non tre, ma forse il fatto che era lontana lo ha tratto in inganno e lui ne vedeva solo uno, un po' come dire tre luci poste vicine una all'altra e viste da lontano possono dare il senso di essere una sola, non so, dico io... oppure ha visto l'altro fianco dell'astronave dove magari c'è nera solo uno e sicuramente da una prospettiva diversa dalla mia, credo! L'avvistamento è avvenuto in provincia di Milano a confine tra Brianza e Parco Groane, Praticamente a Nord di Milano. Avevo tenuto ritagli di giornale dell'epoca dove le notizie parlavano di questa astronave a forma di sigaro che ha solcato i cieli di mezza Italia, ma purtroppo sono andati persi qualche anno fa, in un trasloco che ho dovuto fare." (..)

Fonte: http://www.invasionealiena.com

 

 

 

1983, 6 giugno - 22.53 - Genova - Avvistato per 15 sec. in cielo un silenzioso e "grosso oggetto oblungo" (10 m). La prua ha "3 o 4 luci con finestrelle"; posteriormente lampeggiano "bianche scintille" luminose con una scia, dritta come negli aerei a reazione, che si sdoppia e si ricongiunge.

1983, 6 o 7 (?) giugno - ore 23.05 - Liguria - Un oggetto a forma di sigaro con luci intermittenti sfreccia a velocità elevata per 15 secondi diffondendo una luce giallo-bluastra. Stesso avvistamento poco prima in Toscana e poco dopo in Piemonte e Lombardia. Probabile meteorite. 23.53 - Genova - Un fotoastronomo, diplomato ufficiale, avvista e fotografa l'U.F.O. Moltissime le telefonate a (113(, Carabinieri, VV.FF., Torre di Controllo dell'aeroporto C. Colombo e Polizia portuale, che inviano pattuglie anche alla ricerca di eventuali naufraghi, senza trovare nulla.

Fonte: http://flyingobject.altervista.org

 

 

 

6 Giugno 1983 h. 23.00 circa. ITALIA CON IL NASO IN SU PER IL PASSAGGIO DI UN SIGARO VOLANTE.

6 Giugno 1983 Prato h.prima delle 23 circa. Passaggio di un sigaro sulla città a bassa quota.
“Il sig. G.C.,i componenti della sua famiglia e due amici (in tutto 7 persone), hanno visto, dal terrazzo della propria abitazione, un imponente oggetto a forma di sigaro e di colore grigio metallizzato, provenire da Sud, frontalmente rispetto a loro (vedi disegno), ad una quota molto bassa, approssimativamente intorno ai 300/400 metri da terra. Stima resa possibile dal fatto che dall’appartamento del sig. G.C., nella stessa direzione sud da cui proveniva l’oggetto, si possono osservare nettamente sia il Montalbano, Pietramarina, e il monte I Fornelli, infatti proprio dal loro margine montuoso è apparso l’UFO. L’oggetto presentava a prima vista anomalie non spiegabili e non riconducibili a qualsiasi tipo di aeronave conosciuta. Non aveva prospetti alari laterali, nè di profondità. Dalle due estremità laterali della fusoliera (veduta frontale) si vedevano fuoriuscire due sbuffi di materiale luminoso e filamentoso che ricadevano verso il basso spengendosi prima di toccare terra. Sempre da una visione frontale, si intravedeva una sorta di oblò retro illuminati posti a due terzi dell’altezza della fusoliera. Non aveva luci di posizione o di segnalazione e straordinariamente non emetteva alcun tipo di rumore. Improvvisamente, una volta arrivato sulla città, l’oggetto non identificato ha fatto un repentino scarto deviando verso sinistra in direzione delle montagne e di Pistoia, ponendosi perfettamente di lato nei confronti degli osservatori e mostrandosi così in tutta la sua enorme lunghezza (vedi disegno). Questa era stimabile in circa 400/500 mt, quanto circa la sua altezza da terra. Procedeva in silenzio assoluto e ad una velocità relativamente lenta; ha attraversato il cielo di Prato in circa 30/40 secondi. I riflessi rossastri delle luci della città si scorgevano sotto la carlinga, rendendo completamente visibile tutto l’oggetto. I getti luminosi e gli sbuffi filamentosi dei propulsori erano posti ad un terzo della sua lunghezza e a prua erano chiaramente riconoscibili quattro ordini di luci sovrapposte (una sorta di cabina di comando) e una doppia o tripla fila orizzontale di oblò disposti lungo tutta la fusoliera del velivolo. Mentre procedeva attraversando Prato in direzione nord, all’altezza di Figline, i getti luminosi e filamentosi si sono spenti, contemporaneamente la forma dell’oggetto, in un attimo, è sembrata allungarsi per poi, con uno scatto improvviso, sparire a velocità fantastica sopra ai Faggi di Javello. Lo stupore è stato grande da parte di tutti i presenti perché mai avevano visto una cosa del genere. L’avvistamento è avvenuto tra le 22.30-22,45 circa ed è durato alcuni minuti.“

Fonti: Archivio CRP

Fonte: http://www.crprato.it

 

 

 

Per ingrandire questo secondo articolo premere qui .

Questi articoli di giornale provengono da un forum francese dove si e' parlato dello stesso avvistamento.

 


 

0.jpg
OggiOggi92
IeriIeri1678
Questa settimanaQuesta settimana6148
Questo meseQuesto mese49406
Dall'inizioDall'inizio2500090
Miglior giorno 03-08-2023 : 3064