Un iscritto all'Ansu ci segnala un avvistamento di sfere volanti nel mare davanti a Reggio Calabria, il giorno 15 agosto 2013, alle ore 22 circa. La zona dello Stretto Di Sicilia e', da qualche tempo, interessata da una forte presenza militare statunitense e perfino da leggende a sfondo ufologico.

 

 

Questa mappa mostra la posizione dell'evento segnalato in relazione a dicerie, leggende ed avvistamenti piu' concreti circa gli ufo nella zona. Con questo non vogliamo avvalorare o smentire nessuno, solo dare un'idea di come gli eventi ufologici sono percepiti talvolta da chi vive in Sicilia. Passiamo quindi alla segnalazione pervenutaci dalla costa calabrese.

 

 

Reggio Calabria, 15/08/2013.

"Alle 22.00 circa veniva attirata la nostra attenzione da delle strane luci in vetta ad una montagna che vediamo all’orizzonte nel Messinese, dopo qualche minuto iniziamo a intravedere delle piccole sfere di colore rossastro fluorescente che velocissime, ad una quota quasi a livello del mare, si portavano da Messina verso Catania in direzione Nord Sud-Sud-Ovest sparendo dalla nostra vista (causa edifici che ci impedivano la vista ed il seguire le stesse). Con il telefonino è stato possibile solo riprendere la forte luce comparsa per tre volte in sommità delle montagne, ma le sfere essendo velocissime sparivano prima di inizializzare il telefonino. Escluderei le lanterne cinesi perché il vento era quasi assente mentre le sfere erano velocissime, molto più di un normale aereo che siamo abituati a vedere ogni giorno. Le prime 10 sfere arrivavano da Messina e andavano sempre per la stessa direzione, alcune stavano a filo della superficie del mare fin quando, ad un certo punto, hanno raggiunto un punto dove tutte si alzavano improvvisamente per poi sparire alla nostra vista. Le altre 10 sfere sembravano apparire a centro del mare per poi all’improvviso, in modo velocissimo, arrivare al sottocosta Messinese e cosi rifare il medesimo percorso delle prime (dalle quali si differenziavano per grandezza e colore, infatti queste ultime erano più piccole e di colore dorato; sembravano stelle che volavano)."

Relazione di S.D.A. , dell'Ansu di Reggio Calabria.

 

 

Il nostro iscritto Ansu in questione e' un imprenditore serio, con i piedi ben piantati per terra, che NON cerca notorieta' e NON guadagnera' nulla da questa segnalazione. NON e' solito fare strane illazioni e NON ha cercato di interpretare l'avvistamento in un senso o nell'altro. Ecco un suo ulteriore commento:

"Ho letto come dissi nella mia segnalazione siamo abituati agli aeroplani e non erano tali, conosco le lanterne cinesi e non erano tali, e sono assolutamente da escludere i giochi di fuoco artificiali io abito in alto anche se vicino al mare ed non ho visto nulla del genere, erano luci che si spostavano a velocità altissima e con criterio seguivano una traiettoria, se si trattava di esercitazioni militari Statunitensi non erano veicoli convenzionali o conosciuti, si cerca sempre di dire una cosa per un'altra e a scartare il fenomeno UFO o oggetti non convenzionali perchè è comodo ed è scomodo per chi da sempre tende a nascondere le verità, c'è stato un evento strano legato ad oggetti non convenzionali importante bisognerebbe capire di cosa si trattasse e cosa c'è sotto null'altro senza azzardare ipotesi che si possono come spiegato prima scartare a priori, studio il fenomeno ufologico dal lontano 1987 e non ho mai visto nulla del genere ne direttamente ne attraverso i video che guardo quotidianamente da quasi 30 anni, solo quando ero nell'esercito nella piana di Sibari nel 1995 vidi qualcosa del genere una sfera rossa più grossa degli oggetti di cui stiamo parlando scomparire nel mare...... Mi fu chiesto di non parlarne e da buon militare allora ho obbedito."

S.D.A. , dell'Ansu di Reggio Calabria.

 

 

Possibili conferme indirette circa questa testimonianza sono apparse su Internet, ecco alcuni riferimenti di avvistamenti simili nell'area, approssimativamente nello stesso periodo.

 

 

Un messaggio e' apparso in un forum di ufologia, presso:
http://www.ufoforum.it
Il testo e' datato 20 agosto 2013, quindi l'avvistamento del "giovedi' scorso" sarebbe stato appunto il 15 agosto. NON e' indicato il luogo dove e' avvenuto l'evento descritto.

"Mia madre mi ha detto che lei ha visto giovedi scorso, intorno alle 9:30 di sera, 10 luci che si dirigevano da nord a sud a bassa quota, ed e' sicura che non fossero aerei o caccia perche' non c'era nessun rumore (il fatto che l'ha colpita di piu') e poi perche' la luce non era lampeggiante e colorata come nel caso degli aerei ma chiara e fissa. mi voleva chiamare ma poi lascio' perdere xk io ero a letto che non stavo bene , peccato che non ho potuto vederle. lei ne e' rimasta molto colpita . infatti mi ha chiesto di venire sul forum per vedere se qualcuno aveva notato lo stesso fenomeno, quando ho visto che non c'era nessuna discussione ho lasciato perdere."

 

 

Il 18 agosto scorso sulla costa tirrenica della Sicilia, nei pressi di Trabia, un gruppo di turisti, fra i quali c’era anche un giornalista, ha assistito ad alcune evoluzioni in cielo di oggetti non identificati. Due formazioni, una di otto e l’altra di nove “oggetti”, che si spostavano molto rapidamente.

La formazione dispari era guidata da un “capo gruppo”, come comunemente avviene nelle esercitazioni aeree militari. Non è stato possibile, raccontano i testimoni, identificare la natura dell’oggetto, né la sua forma. Inoltre, il video e le foto realizzate nel corso dell’avvistamento stranamente non contenevano gli oggetti luminosi visti ad occhio nudo. Tutti gli ovni avvistati avevano caratteristiche identiche, si muovevano lungo la costa lungo il tratto di mare prospiciente la città di Trabia.

Appena due giorni prima, il 16 agosto, sulle Madonie, un escursionista palermitano ha fotografato un oggetto di forma piatta e allungata. La foto è stata scattata lungo un sentiero in contrada San Miceli, nei pressi di Petralia Sottana. L’ovni sembra essere sospeso a bassa quota all’altezza di una pineta, ma dopo pochi secondi, come testimonia un’altra foto giunta in redazione, sparisce. Le due foto sono state scattate a circa trenta secondi di distanza l’una dall’altra.

L’affidabilità di coloro che hanno raccontato entrambi gli episodi è fuori discussione, resta da capire di che cosa si sia trattato: 17 oggetti luminosi che corrono veloci in cielo costituiscono una novità anche per gli ufologi. Potrebbe essersi trattato di un reverbero luminoso provocato da giochi di fuoco.

Il numero degli avvistamenti durante il mese di agosto è sempre molto alto, e quest’anno non fa eccezione. Altrettanto elevato è il numero di festività locali che offrono, fra l’altro, una notte “di fuoco”. Accanto a questa ipotesi si può affiancarne un’altra: che gli oggetti in volo siano velivoli dotati di mimetizzazione, e che si sia trattato dunque di una esercitazione militare nei cieli siciliani. Il sospetto di alieni non è gettonato, nemmeno dagli ufologi più accaniti.

SiciliaInformazioni

Fonte: http://www.canicattiweb.com

 


 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
653801
OggiOggi297
IeriIeri1227
Questa settimanaQuesta settimana297
Questo meseQuesto mese33614
Dall'inizioDall'inizio653801