In Russia decollerà presto il nuovo, modernissimo velivolo da ricognizione di allarme e controllo aereo modello A-100. L’aeromobile sostituirà su richiesta il suo omologo dell’aeronautica militare russa A-50. Gli aeromobili della nuova generazione A-100, la quinta, permetteranno di migliorare notevolmente le opportunità per l'esplorazione, il pattugliamento ed il controllo radar. Inoltre essi sono abbastanza più grandi dei loro predecessori ammodernati, gli A-50U.

 

 

Secondo le informazioni a disposizione del pubblico, il complesso riesce a rivelare bombardieri ad un raggio di 650 chilometri, aerei da combattimento ad un raggio di 300 km e bersagli a terra, come le colonne di carri armati alla distanza di 250 chilometri. Il complesso interspecifico aeromobile di allarme in volo, noto come A-100, creato sulla base dell’IL-476 in collaborazione tra le imprese dell'industria della difesa russa, ha detto Vladimir Verba, direttore generale di Vega, uno dei principali partner al progetto:

Questo complesso aereo operativo-strategico ha capacità balistiche e aerodinamiche uniche per il rilevamento e la selezione di bersagli in aria, terra, superficie, comprese le strutture ipersoniche senza equipaggio. Inoltre vanta un significativo potenziale di esplorazione, elaborazione e reporting su oggetti di qualsiasi livello.

Indubbiamente questo è uno dei sistemi di trasporto aereo più complessi del mondo. Per ora possono creare in modo indipendente tali complessi solo due Paesi, uno dei quali è Russia.

Gli aeromobili A-100 saranno dotati di moderni sistemi radio con matrice attiva di fase (AESA) di ultima generazione. Così come le strutture informatiche superpotenti basate su cluster di supercomputing interno per il trattamento delle informazioni. Probabilmente come parte integrante delle forze aeree russe, questo complesso sarà un elemento chiave di intelligence e controllo per tutti i rami delle Forze Armate. Ma per condurre la ricognizione nell’ambito del trattato internazionale Cieli aperti si può utilizzare il sistema di sorveglianza basato sul Tu-214ON dell'aviazione militare russa. Per il ministero della Difesa russo sono già stati costruiti due mezzi ON completamente attrezzati del velivolo d'osservazione e di tutti i sistemi di monitoraggio delle infrastrutture a terra. La società Vega in questo caso è il produttore principale, ha detto Vladimir Verba:

Il sistema di sorveglianza aerea che abbiamo dato in dotazione a tutti sono mezzi di monitoraggio aereo consentiti dal Trattato Cieli aperti. Durante l'esecuzione delle missioni d’ispezione russa, si possono condurre osservazioni globali della superficie in varie gamme di lunghezza delle onde elettromagnetiche: infrarossa, ottica, fotografica, video, radar.

Secondo il direttore generale le preoccupazioni espresse dai media occidentali circa le presunte superiorità tecniche dei complessi aerei americani sono assolutamente infondate. Dopo aver superato il sistema di certificazione internazionale Tu-214ON potrà essere utilizzato per i voli di controllo sui territori dei Paesi partecipanti al Trattato. Oggi sono 34 gli Stati membri di quest'ultimo, compresi gli Stati Uniti. Alla presentazione del sistema d'osservazione Cieli Aperti a Vienna gli esperti occidentali hanno riconosciuto che la Russia è riuscita a creare il migliore aeromobile per Cieli Aperti.

Fonte: http://italian.ruvr.ru


 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
1273997
OggiOggi367
IeriIeri1283
Questa settimanaQuesta settimana1650
Questo meseQuesto mese13089
Dall'inizioDall'inizio1273997