L’unione tra la compagnia di Stato ucraina “Antonov” e il gruppo russo “Volga-Dnepr” ha vinto la gara d’appalto per il trasporto aereo indetta dalla NATO. L’Alleanza riceverà in affitto gli aerei da trasporto pesante Antonov An-124-100 “Ruslan”.

 

 

L’unione tra la compagnia di Stato ucraina “Antonov” e il gruppo russo “Volga-Dnepr” ha vinto la gara d’appalto per il trasporto aereo indetta dalla NATO. L’Alleanza riceverà in affitto gli aerei da trasporto pesante Antonov An-124-100 “Ruslan”.

La commissione NATO ha quindi considerato positivamente una partecipazione congiunta degli aerei pesanti An-124-100 ed ha prolungato il contratto di condivisione tra la società di Stato “Antonov” e il gruppo “Volga-Dnepr”. A partire dal 2006 entrambi lavorano secondo il programma NATO SALIS sui trasporti aerei strategici. Il contratto triennale per 600 milioni di euro per il trasporto di merce a favore della NATO e dell’EU è stato prolungato di due anni nel 2008 e ancora di due anni nel 2010. Due aerei An-124-100 sono costantemente in Germania, nella base di Leipzig inaugurata nel 2207, e quattro mezzi sono a disposizione su richiesta del cliente.

La NATO non ha grandi aerei da trasporto propri e prenderli in affitto dagli USA è molto costoso. La capacità di carico dell’ An-124-100 “Ruslan” è di 150 tonnellate. Questi aerei lavorano costantemente sulla linea di Kabul. Alla vigilia del ritiro delle truppe dall’Afghanistan, la NATO ha bisogno di un nuovo contratto perché occorrerà effettuare più voli, afferma Viktor Litovkin, redattore di “Nezavisimoe voennoe obozrenie” (Rivista Militare Indipendente):

Le società “Volga-Dnepr” e “Antonov” realizzano alti guadagni. È un affare molto redditizio. Naturalmente, i guadagni per il trasporto sono ripartiti tra Russia e Ucraina. Anche la manutenzione degli aerei comporta dei costi e anche questo aumenta il nostro budget. È un buon uso della nostra tecnica aerea che, al momento, invece non viene sfruttata molto in Russia.

La NATO spesso si serve dei Paesi che non fanno parte dell’Alleanza. La necessità di affittare aerei di tipo “Ruslan” i 18 Paesi alleati la hanno spiegata col desiderio di partecipare alle missioni di pace e umanitarie. L’An-124-100 può caricare qualsiasi apparecchiatura da qualsiasi parte del mondo e trasportare velocemente i beni necessari. Nel caso dell’Afghanistan non è un’iniziativa privata del duo Russia-Ucraina, ma di decisioni del Consiglio di Sicurezza dell’ONU: bisogna dare aiuto alle forze di coalizione, osserva l’esperto dell’agenzia RBK Sergej Starikov:

La compagnia aerea che partecipa alle missioni di pace riceve a bordo tutte le informazioni sul trasporto. Inoltre, l’ONU si carica della responsabilità di coordinare tutta la merce e i documenti. Dunque, non ci dovrebbe essere alcun problema sul consortium. Le formalità verranno espletate da professionisti di uno speciale reparto ONU.

A partire dal 2006, gli aerei “Ruslan” hanno effettuato oltre 2000 voli e trasportato oltre 120 mila tonnellate di merce, di destinazione sia militare che civile e in diversi Paesi del mondo. Dopo l’apertura di una base di manutenzione tecnica presso l’aeroporto di Lipsia, sono diminuiti anche i tempi tecnici di preparazione dei voli, ed ora gli specialisti sono in grado di preparare al volo un “Ruslan” in meno di 72 ore.

Fonte: http://italian.ruvr.ru

 


 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
486153
OggiOggi726
IeriIeri893
Questa settimanaQuesta settimana1619
Questo meseQuesto mese9036
Dall'inizioDall'inizio486153