LANTERNE.
E' apparsa sulla stampa una notizia dell'ultima ora (diciamo, degli ultimi giorni) esattamente su quest'argomento.
L'osservatorio di Arecibo (Puerto Rico) ha comunicato di aver ricevuto lo scorso 12 Maggio 2017 un segnale "piuttosto strano" mentre era puntato in direzione della stella Ross-128, costellazione della Vergine, 11 anni luce dalla Terra. ( http://phl.upr.edu , una traduzione dell’articolo originale è alla fine del nostro articolo)
Il segnale e' stato captato sulla banda-C , (La banda C fa parte dello spettro elettromagnetico delle onde SHF, ed in particolare va da 4 a 8 GHz. La banda C è usata dai satelliti di telecomunicazione, da alcuni dispositivi Wi-Fi e telefoni cordless. Da Wikipedia) ha avuto una durata di circa 10 minuti e viene descritto come "a spettro espanso quasi-periodico".
Questo ha generato molto interesse, sia da parte degli astronomi che da parte del SETI (citato nel nostro articolo).
I radiotelescopi operano in tutto il mondo 24 ore su 24, e captano ogni secondo quantità gigantesche di emissioni radio, piu' di quanto gli scienziati ed i volontari riescano ad esaminare.
Ma allora perche' tutto questo interesse su Ross-128?
In effetti il motivo c'è.
Proviamo ad entrare nel dettaglio della notizia.
Iniziamo col ricordare che, secondo molte teorie, se anche esistesse una intelligenza aliena potrebbe non aver interesse ad inviarci un segno della propria presenza.
Quest'ultimo punto non e' totalmente insensato. Lo stesso Stephen Hawking ha descritto come "potenzialmente rischioso" inviare tali segnali troppo disinvoltamente.  Ed esiste persino un apposito organismo dell'ONU (UNOOSA ) che ha stabilito le regole di ingaggio regole di ingaggio  nell'improbabile evenienza di un incontro ravvicinato ...(L'ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico (UNOOSA, dall'inglese United Nations Office for Outer Space Affairs) è un ufficio delle Nazioni Unite creato con la risoluzione dell'Assemblea Generale 1348 (XIII) del 13 dicembre 1958. L'ufficio ha sede a Vienna. L'ufficio supervisiona i programmi spaziali dei vari paesi, tiene il registro degli oggetti spaziali lanciati nello spazio). Vediamo il primo articolo qui sotto.
L'idea di base del SETI è quindi di intercettare i segnali "domestici" emessi da eventuali extra-terrestri. Non quelli di saluto diretti verso di noi ma piuttosto quelli del cellulare che tengono sempre in mano per gli aggiornamenti dai social network, sfidando persino le severe regole sulla guida delle astronavi.
In particolare, la banda dei 5 GHz è un esempio perfetto di questo tipo di segnali:
- E' una frequenza abbastanza alta da permettere trasmissioni digitali a grande velocita'.
- Si attenua facilmente in caso di pioggia e passando attraverso i solidi.
- Si attenua piu' rapidamente con la distanza rispetto a frequenze minori -- ma in alcuni contesti di uso questo e' vantaggioso.
Nota, l'attenuazione al crescere della frequenza avviene a parità di dimensioni di antenna, ovvero a frequenze maggiori servono antenne piu' grandi per ricevere la stessa potenza.
Questa banda viene utilizzata nel recente standard Wi-Fi 802.11a (portante poco sopra i 5 GHz): la frequenza elevata permette di avere canali piuttosto larghi (oltre 600 MHz di occupazione di banda complessiva) ed offre una capacita' che supera i 100 Mbit/s, con ricevitori integrati di semplice realizzazione.
Inoltre l'attenuazione attraverso i solidi e con la distanza non e' un problema nelle trasmissioni "indoor" e anzi e' vantaggiosa nel caso del Wi-Fi usato in appartamento (riduce le interferenze tra vicini di casa).
Un secondo utilizzo della banda-C, sfruttando abilmente l'attenuazione dei segnali a queste frequenze è nei radar .
- I radar aeroportuali ed i radar tattici montanti sulle imbarcazioni militari rilevano con facilita' i bersagli grazie all'attenuazione del segnale sugli ostacoli (e' anche possibile una stima della cross-section, o dimensione-radar del target).
- I radar meteorologici rilevano facilmente la pioggia (in questo caso l'attenuazione del segnale riflesso e' funzione della intensita' della perturbazione).
Come e' facile vedere da questi esempi:
- A nessuno verebbe mai in mente di utilizzare queste frequenze per inviare un saluto a mondi lontani.
- Al contrario, la banda-C e' oltremodo utile per le comunicazioni e la detection.
Infine, "uno spettro sui 5 GHz, a banda larga e quasi-periodico" ... E' ESATTAMENTE cio' che si vedrebbe puntando da Ross-128 un radiotelescopio sulla panchina del parco, mentre vi connettete con il tablet ad un access point pubblico !!
Questo punto, da solo, spiega l'eccitazione degli addetti ai lavori.
Due note finali:
1) Casomai qualcuno se lo chiedesse, no, non e' possibile intercettare il segnale alieno ed inviarlo al nostro router Wi-Fi ultimo modello o sulla smart-tv!
Sia perche', come descritto sul nostro articolo sul paradosso di Fermi, il segnale sarebbe senza dubbio cifrato e/o compresso (il decoder Sky magari potrebbe tornare utile, pero' non abbiamo la smart-card corretta) sia perche' l'attenuazione in banda-C e' notevole. Posto che l'antenna di trasmissione non sia gigantesca (contrario alle ipotesi di "semplice trasmissione locale") al piu' possiamo rilevare la "portante" del segnale, non certo i bit digitali dell'eventuale contenuto.
2) Aggiungo, senza voler sminuire la notizia, che la banda dei 5 GHz e' famigerata per i suoi effetti di disturbo. Soprattutto per via delle trasmissioni militari e dei radar (nella pratica "non regolamentate") che operano a grandi potenze e a Km di distanza. E, ovviamente, per gli access point del Wi-Fi !!! (siamo sicuri che ad Arecibo fossero spenti, si ?? ;-)
Comunque, se sul vostro super-smartphone identificate una rete Wi-Fi debole e lontanissima, con caratteri strani nel nome tipo "%@!#&%%#"... provate con la password "r0sS-128" !

 

After a careful analysis of the observations We are now on Sunday from the Arecibo Observatory, with SETI Berkeley using the Green Bank Telescope and the SETI Institute's Allen Telescope Array, we are now about the source of the Weird Signal! . The best explanation is that the signals are transmissions from one or more geostationary satellites. This explains why the signals were in the satellite's frequencies and only appeared and persisted for Ross 128; this star is close to the celestial equator where many geostationary satellites are located. This fact, though, does not explain the strong dispersion-like features of the signals; However, it is possible that multiple reflections caused these distortions, but we will need more time to explore this and other possibilities.

Fonte del testo qui sopra: http://phl.upr.edu

Traduzione in italiano: dopo un'attenta analisi delle osservazioni dall'Osservatorio di Arecibo, con SETI Berkeley che usa il Green Bank Telescope e l'Allen Telescope Array del SETI Institute, ora ci occupiamo della fonte del Segnale Weird. La migliore spiegazione è che i segnali sono trasmissioni da uno o più satelliti geostazionari. Questo spiega perché i segnali erano nelle frequenze del satellite e apparivano e persistevano solo per Ross 128; questa stella è vicina all'equatore celeste in cui si trovano molti satelliti geostazionari. Questo fatto, tuttavia, non spiega le forti caratteristiche di dispersione dei segnali; Tuttavia, è possibile che più riflessioni abbiano causato queste distorsioni, ma avremo bisogno di più tempo per esplorare questa e altre possibilità.


Fonte: http://www.mathisintheair.org

 



Gli astronomi utilizzando il radiotelescopio dell’Osservatorio di Arecibo, Puerto Rico, hanno rilevato “strani” segnali provenienti da Ross 128, una stella nana rossa nella costellazione della Vergine, a circa 11 anni luce dalla Terra. I segnali sono stati osservati solo in direzione di Ross 128 e non erano presenti nelle osservazioni di altre stelle nella stessa area di cielo.

Ross 128 è una nana rossa con una massa del 15 percento di quella solare e un raggio del 20 percento di quello del Sole. L’Osservatorio di Arecibo rileva emissioni radio da queste stelle, e contribuisce a caratterizzare le loro radiazioni, l’ambiente magnetico e ogni potenziale perturbazione dovuta ad altri corpi. Le osservazioni sono state guidate da Abel Méndez dell’Università di Puerto Rico.

Stiamo conducendo una campagna scientifica dall'Osservatorio di Arecibo per osservare la stella nana rossa con i pianeti. Queste osservazioni potrebbero fornire informazioni sulla radiazione e l'ambiente magnetico attorno a queste stelle o anche suggerire la presenza di nuovi oggetti sub-stellari inclusi i pianeti. Fino ad ora, abbiamo osservato Gliese 436, Ross 128, Wolf 359, HD 95735, BD +202465, V * RY Sex e K2-18. Si sa che Gliese 436 e K2-18 hanno pianeti. Le osservazioni sono state fatte tra aprile e maggio 2017 nella banda C (da 4 a 5 GHz).

Due settimane dopo queste osservazioni, ci siamo resi conto che c'erano alcuni segnali molto peculiari nello spettro dinamico di 10 minuti che abbiamo ottenuto da Ross 128 (GJ 447), osservato il 12 maggio alle 8:53 PM AST (2017/05/13 00: 53:55 UTC). I segnali consistevano in impulsi quasi-periodici a banda larga non periodici con caratteristiche di dispersione molto forti. Riteniamo che i segnali non siano interferenze locali in radiofrequenza (RFI) poiché sono unici per Ross 128 e le osservazioni di altre stelle immediatamente prima e dopo non hanno mostrato nulla di simile.

Non conosciamo l'origine di questi segnali, ma ci sono tre principali spiegazioni possibili: potrebbero essere :
(1) emissioni da Ross 128 simili a brillamenti solari di Tipo II,
(2) emissioni da un altro oggetto nel campo di vista di Ross 128, o semplicemente
(3) scoppiare da un satellite ad orbita alta poiché i satelliti a bassa orbita si spostano rapidamente dal campo visivo. I segnali sono probabilmente troppo deboli per altri radiotelescopi nel mondo.

Ciascuna delle possibili spiegazioni ha i loro problemi. Ad esempio, i brillamenti solari di Tipo II si verificano a frequenze molto più basse e la dispersione suggerisce una fonte molto più lontana o un campo di elettroni denso (ad esempio l'atmosfera stellare?). Inoltre, non ci sono molti oggetti vicini nel campo visivo di Ross 128 e non abbiamo mai visto satelliti emettere raffiche simili, che erano comuni nelle nostre altre osservazioni stellari. Nel caso ve lo stiate chiedendo, l'ipotesi degli alieni ricorrenti è alla base di molte altre spiegazioni migliori.

Pertanto, qui abbiamo un mistero e le tre spiegazioni principali sono valide come tutte le altre in questo momento. Fortunatamente, abbiamo ottenuto più tempo per osservare Ross 128 domenica prossima, 16 luglio, e potremmo chiarire presto la natura delle sue emissioni radio, ma non ci sono garanzie. Vedremo anche la stella di Barnard quel giorno per collaborare con il progetto Red Dots. I risultati delle nostre osservazioni verranno presentati più tardi quella settimana. Ho una Piña Colada pronta a festeggiare se i segnali risultano essere di natura astronomica.

Fonte: https://www.universoastronomia.com

 

 

Va' sempre a finire cosi', come e' successo per il Segnale Wow e magari anche altri. Si chiama imboscamento ufologico questo...

The Grey.

 

 

 

Questo codice QR qui sotto è un link che porta a questa specifica pagina web, all'interno di questo sito. Il codice dentro l'immagine quadrata viene interpretato da apposite applicazioni per smartphone, e da altri software, portando direttamente alla pagina che state consultando ora.
Qr Code
575960
OggiOggi964
IeriIeri1156
Questa settimanaQuesta settimana2120
Questo meseQuesto mese20040
Dall'inizioDall'inizio575960