Statistiche
1
Visite: 698634




Mappamondo ultime visite

J-20: lo stealth cinese.

Geopolitica.pngLa Cina ‘presenta’ il suo primo caccia Stealth, il J-20, suscitando l’attenzione preoccupata degli USA. Il modo in cui è stato presentato il nuovissimo caccia stealth (per i cinesi ‘caccia di quarta generazione’), riflette anche la capacità d’impiego, e il controllo, delle tecnologie dell’informazione da parte della Cina nel sostegno ai propri interessi nazionali.



uploaded_image


L’aeroporto per i voli di prova dell’Istituto di progettazione aeronautica Chengdu, situato nella città omonima di Chengdu, non è un posto sicuro, avendo molti punti di osservazione pubblici. Le fotografie sono tecnicamente proibite, ma a quanto pare le pattuglie di vigilanza hanno consentito l’uso di telecamere e di cellulari. Il 25-29 dicembre, queste immagini sono state pubblicate sui forum di discussione cinesi su Internet e dopo un intervento della censura, che è servito ad attirare l’attenzione sulle attività, sono apparse con sempre maggiori dettagli. Una notevole attenzione internazionale è stata così raggiunta, senza alcuna informazione ufficiale.
Lo sviluppo del velivolo multi-ruolo furtivo, che sarebbe designato J-20 ed è più grande rispetto a quanto previsto dalla maggior parte degli osservatori, rivelando un raggio d’azioni e a un carico bellico ben più ampi, presenta delle sfide che vanno al di là della cellula, perché richiede una suite di sensori che utilizzi la fusione automatica dei dati, il controllo delle emissioni di segnali radar e infrarossi, e la bassa probabilità d’intercettazione dei collegamenti dati, per costruire un quadro operativo per il pilota, senza dare svelare la posizione del proprio velivolo. Ma nonostante ciò, lo sviluppo record del primo aereo cinese stealth, paragonabile allo statunitense F-22 che, appena uscito dal programma di sviluppo segreto, è stato sottoposto a prove di corsa sulla pista dell’aeroporto dell’Istituto Chengdu Aircraft Design, ha sorpreso i vertici militar-spionistici degli USA.
“Credo che il tempo ci dirà se li abbiamo sottovalutati. Io non sono convinto di ciò. Ci vorrà più tempo”, ha detto il Viceammiraglio Jack Dorsett a capo dell’Office of Naval Operations for Information Dominance della US Navy, che controlla l’intelligence della marina statunitense. Il J-20 “non è una sorpresa”, ha detto, “non è chiaro per me, quando l’aereo raggiungerà la sua operatività. Sono stati in grado di investire nel rafforzamento militare e il caccia stealth è solo un aspetto di ciò. Il fatto che stiano facendo progressi, non dovrebbe essere una sorpresa”. “A che punto sono? Non lo so. Hanno chiaramente un primo prototipo”, ha continuato, “se è avanzato e quante prove e test sono necessari prima che diventi operativo? Questo non mi è chiaro.” Tali dichiarazioni mettono in dubbio la previsione del Segretario alla Difesa statunitense Robert Gates, (fatta a sostegno della sua decisione di interrompere la produzione del Lockheed Martin F-22), che la Cina non avrebbe avuto un aereo stealth operativo prima del 2020.
Infatti, in una intervista del novembre 2009 alla TV cinese, il Gen. He Weirong, vice comandante dell’aviazione dell’Esercito di Liberazione Popolare, aveva ha detto che il caccia di “quarta generazione” dovrebbe volare nel 2011 e divenire operativo nel 2017.
Il J-20 è un accia monoposto, bimotore, più grande e più pesante del Sukhoi T-50 e dell’F-22. Il confronto con i veicoli a terra porta a una lunghezza totale di 25 metri e una apertura alare di 15 metri o più, il che suggerirebbe un peso al decollo di 37000-40000 kg. senza carico esterno. Che a sua volta implica una generosa capacità di carburante interna. La lunghezza complessiva è vicino a quello del General Dynamics F-111, che trasportava 34.000 kg di carburante.
Il J-20 ha una struttura alare delta canard (come Chengdu J-10) con due stabilizzatori verticali inclinato totalmente mobili (come il T-50) e più piccoli pinne ventrali inclinate. La fusoliera stealth è simile a quello degli F-22. I fianchi sono allineati con i timoni inclinati, la giunzione ala-fusoliera è pulita e non vi è una linea a spigolo vivo intorno alla parte anteriore della fusoliera. Gli angoli di sopraelevazione sono maggiori di quanto lo siano nel Lockheed Martin F-35, e il tettuccio senza telaio è simile a quello degli F-22.
I motori sono probabilmente della classe dei russi Saturn AL-31F, utilizzati anche sul J-10. La versione di produzione avrà motori indigene ancora da sviluppare. Le prese d’aria basate sulla tecnologia Diverterless Supersonic Inlet (DSI), sono quelle adottate dall’F-35, ma anche utilizzato dal Chengdu J-10B, la nuova versione del J-10, e dal cino-pakistano JF-17 Thunder.
Il carrello d’atterraggio principale si ritrae in baie nella fusoliera, il che indica la probabile presenza di stive laterali, simili quelle dell’F-22, per le armi davanti a esse. L’altezza dal suolo è maggiore rispetto all’F-22, il che facilita il caricamento di armi più grandi, incluse le munizioni aria-superficie. Gli ingegneri cinesi al Zhuhai air show del novembre 2010, hanno rivelato che le armi aria-terra recentemente sviluppate sono destinate ad essere compatibili con il J-20. Le caratteristiche della parte posteriore del velivolo, tra cui le carene degli attuatori subalari, gli scarichi dei motori assial-simmetrici e le pinne ventrali appaiono meno compatibili con la capacità stealth, in modo che il J-20 potrebbe non corrispondere allo ‘stealth totale’ F-22. Ci sono due spiegazioni possibili per questo: o l’aereo qui visto è un primo passo verso un progetto operativo, o le esigenze della Cina non danno molta importanza alla ‘firma’ (emissioni di segnali infrarossi) della parte posteriore del velivolo.
La questione principale, a questo punto, è se il J-20 è un vero prototipo, come il T-50, o un dimostratore di tecnologia, simile al YF-22 che volò nel 1990. Tale domanda avrà una risposta quando, e quanti, J-20 compiranno delle prove di volo nei prossimi 12-24 mesi.
Il programma di sviluppo rapido del caccia sarebbe una sfida per l’industria cinese, che è attualmente occupata dal programma dei Shenyang J-10B, FC-17 e J-11B e dal J-15 per la portaerei, tutti in fase di sviluppo. Tuttavia, i progressi della tecnologia aeronautica militare cinese sono stati rapidi, dal primo volo del J-10, nel 1996, grazie alla crescita dell’economia della nazione e alla spinta, da parte dell’Esercito di liberazione del popolo alla modernizzazione della forza militare in tutti i campi. Prima del J-10, la Cina ha prodotto solo gli aerei da combattimento Shenyang J-8 e Xian JH-7, che riflettono la tecnologia dei primi anni ’60 della Russia e dell’Europa.
Lo sviluppo del motore è rimasto indietro allo sviluppo delle cellule, con le relazioni secondo cui il motore Shenyang WS-10, previsto per la sostituzione dei motori russi dei J-11B, è lento nel raggiungere i livelli di affidabilità e durata accettabili. Ciò non può sorprendere, dato che il motore ad alte prestazioni si fonda sulla della tecnologia delle leghe e dei processi speciali che spesso non hanno altri usi. L’esistenza del J-11B, essenzialmente una copia ‘illecita’ del Su-27, ha messo a dura prova i rapporti tra le industrie russe e cinesi. I progressi nell’avionica possono essere indicati dall’avvento del J-10B con nuove funzionalità che includono un radar a superficie inclinata (normalmente associato ad una antenna piana a scansione attiva), un sistema a raggi infrarossi di ricerca-e-inseguimento e gli alloggiamenti per nuove antenne per la guerra elettronica.
I progressi nella tecnologia militare cinese, tra cui anche il nuovo missile balistico anti-nave, ottengono l’attenzione dei funzionari del Pentagono, soprattutto alla vigilia del viaggio del segretario alla Difesa Robert Gates a Pechino. Il già citati Viceammiraglio Jack Dorsett, ha detto che il Pentagono ha sottovalutato la velocità con cui la Cina sviluppa e mette in campo il suo arsenale. “Abbiamo fatto molte valutazioni, ma alcune cose le abbiamo sottovalutato”, ha detto ai giornalisti. Il missile DF-21D è appena diventato operativo, ha detto, in accordo agli analisti e al Comandante USA del Pacifico ammiraglio Robert Willard.
I progressi della Cina nella tecnologia militare stanno ottenendo l’attento esame, e le preoccupazioni, del Pentagono e del congresso USA, poiché essi possono mettere a repentaglio il dominio delle forze navali statunitensi nella regione del Pacifico. Tali notizie sui progressi cinesi si presentano mentre il Congresso si prepara a prendere in considerazione i tagli al bilancio del Dipartimento della Difesa. Il calendario delle rivelazioni del Pentagono può essere legato ai dibattiti sul bilancio; mentre oltre un decennio di aumenti nella spesa per la difesa cinese sta cominciando a produrre nuovi aerei, missili, sottomarini e forse presto una portaerei. Huang Jing, professor presso la Lee Kuan Yew School of Public Diplomacy dell’Università Nazionale di Singapore, ha affermato “C’è una superpotenza che sembra ristagnare o addirittura declinare, e nel frattempo un altro potenza in ascesa si sta affermando. Questo tipo di paragone rende l’intera questione ancora più seria.”
I cinesi hanno testato il missile DF-21D un numero sufficiente di volte per concludere che “il sistema missilistico è veramente efficiente ed efficace”, ha detto Dorsett. Sebbene la Cina non abbia ancora dimostrato la capacità di usare il missile in modo efficace in situazioni di combattimento, ha continuato.
Il Segretario alla Difesa Robert Gates ha detto, in un discorso del 16 settembre, che gli “investimenti in armi anti-nave e missili balistici della Cina potrebbero minacciare principalmente la capacità degli USA di proiettare potenza e aiutare gli alleati nel Pacifico – in particolare, le nostre basi avanzate e i gruppi d’attacco delle portaerei”. Le osservazioni di Dorsett e Gates sullo status del DF-21D, superano l’ultima relazione annuale del Pentagono sulle forze militari della Cina, uscita ad agosto. La relazione del 2010 include uno schizzo nozionale del profilo di volo del nuovo missile, ma non ha dato alcuna indicazione se il missile abbia raggiunto o sia vicino all’operatività.
Sui progressi della potenza dei missili balistici cinesi, Dorsett ha detto che “certamente non si sarebbe aspettato che fossero andati così lontano. La tecnologia ha aumentato la loro probabilità di saper utilizzare una salva di missili per colpire un bersaglio in manovra”. Ancora, l’esercito cinese ha anche dimostrato che può effettivamente utilizzare il missile. “Lo hanno certamente testato a terra, ma a nostra conoscenza non ne hanno lanciati sul mare contro obiettivi di manovra”. La Cina ha “sistemi di sorveglianza, ricognizione e intelligence, ha sensori a bordo delle navi che possono guidare il missile verso il bersaglio. Così possono iniziare ad impiegarlo? Sì, penso di sì”. Ha aggiunto che non è chiaro quanto “siano efficaci nell’usare tale capacità”.
Una domanda che si pongono gli statunitensi, e che potrebbe rimanere senza risposta, riguarda il grado di cyber-spionaggio che avrebbe favorito lo sviluppo del J-20. Gli esperti della sicurezza informatica della difesa degli Stati Uniti avrebbero detto, in base ai dati, che il programma J-20 sarebbe iniziato nel 2006, quando divennero consapevoli di ciò che fu successivamente nominata ‘minaccia avanzata persistente’ (APT), una campagna di cyber-intrusione rivolta principalmente ai militari e alle industrie della difesa, e caratterizzata da sofisticate tecniche di infiltrazione ed esfiltrazione.
Dale Meyerrose, vice presidente per la sicurezza delle informazioni della Harris Corp., ed ex Chief Information Officer del direttore dell’intelligence nazionale, ha detto alla conferenza di cybersecurity di Aviation Week, dell’aprile 2010, che l’APT era stata poco discussa fuori dal campo classificato, fino a quel momento, perché “la stragrande maggioranza degli attacchi APT si ritiene provenga da un paese unico.” Tra il 2009 e l’inizio del 2010, la Lockheed Martin ha rilevato che “da sei a otto compagnie” tra i suoi subappaltatori “erano state totalmente compromesse, nelle e-mail, nelle loro reti, in tutto”, secondo la Chief Information Security Officer, Anne Mullins.

Fonte: http://www.eurasia-rivista.org/7618/j-20-lo-stealth-cinese



Pubblicato Venerdi 07 Gennaio 2011 - 19:57 (letto 1800 volte)
Comment Commenti? Print Stampa Bookmark and Share



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read I 3 livelli di droni russi. (29/10/2014 - 10:38) letto 606 volte
Read Il nuovo drone militare russo Tu-300. (10/10/2014 - 11:22) letto 727 volte
Read La SCO diventa l'anti-Nato. (12/09/2014 - 10:39) letto 663 volte
Read S-500: difesa aerea e spaziale. (04/09/2014 - 14:04) letto 755 volte
Read Rimpac 2014: Usa e Cina insieme. (18/07/2014 - 20:04) letto 755 volte
Read Quando l'X-45 era ancora un prototipo... (09/06/2014 - 12:02) letto 955 volte
Read I nuovi aerei-radar russi A-100. (05/06/2014 - 15:49) letto 1432 volte
Read La UEE rende la Russia una superpotenza. (29/04/2014 - 19:28) letto 1173 volte
Read La Romania in guerra contro l'Ucraina? (24/04/2014 - 20:36) letto 1562 volte
Read Missili nascosti dentro container civili. (23/04/2014 - 12:49) letto 835 volte
Read Cina: navi civili usabili in guerra. (23/04/2014 - 11:34) letto 579 volte
Read Il nuovo Mig-41 volera' oltre Mach 4. (27/03/2014 - 18:56) letto 2672 volte
Read Altre esercitazioni congiunte Usa-Cina. (27/03/2014 - 18:48) letto 610 volte
Read Timori in Australia per la potenza cinese. (02/03/2014 - 11:59) letto 887 volte
Read Cina ed India: strane esercitazioni comuni. (02/03/2014 - 11:11) letto 967 volte
Read Manovre russo-cinesi nel Mediterraneo. (02/02/2014 - 10:25) letto 1113 volte
Read Commenti sull'arma ipersonica cinese. (22/01/2014 - 11:07) letto 1693 volte
Read Anche la Cina prepara un velivolo ipersonico. (15/01/2014 - 10:49) letto 1009 volte
Read Il Giappone si annettera' 280 isole. (15/01/2014 - 10:21) letto 967 volte
Read Ipotesi: attacco atomico cinese agli Usa. (12/01/2014 - 20:06) letto 1407 volte
Read Il Giappone e' visto in Cina come il Nemico. (30/12/2013 - 18:37) letto 1050 volte
Read Sistema russo contro droni avanzati. (29/12/2013 - 13:08) letto 1489 volte
Read 1971: le vittorie indiane con il Mig 21. (24/12/2013 - 17:11) letto 888 volte
Read Introduzione al Prompt Global Strike. (18/12/2013 - 13:48) letto 849 volte
Read Lo strano caso del Soko J-22 Orao. (14/12/2013 - 13:46) letto 1395 volte
Read I supercannoni cinesi. (01/12/2013 - 12:51) letto 1628 volte
Read Nuovi bombardieri e droni. (23/11/2013 - 09:25) letto 1151 volte
Read Droni subacquei Usa negli oceani. (18/11/2013 - 09:35) letto 1146 volte
Read Usa e Cina, prove tecniche di alleanza. (12/11/2013 - 14:57) letto 589 volte
Read Esercitazione Usa: blocca server e servizi. (12/11/2013 - 14:24) letto 661 volte
Read Nato: strane super esercitazioni militari. (06/11/2013 - 10:58) letto 1605 volte
Read Usa, Russia e Cina: amici o nemici? (04/11/2013 - 12:11) letto 698 volte
Read Gli aerei ad ala volante: panoramica. (04/11/2013 - 11:16) letto 1156 volte
Read I droni Usa avranno laser di difesa. (03/11/2013 - 13:16) letto 698 volte
Read Velivolo ipersonico stealth nel 2030. (03/11/2013 - 12:41) letto 1124 volte
Read Putin: prova realistica di guerra nucleare. (31/10/2013 - 12:13) letto 1696 volte
Read La Cina avanza tanto nel mercato dei droni. (30/10/2013 - 14:02) letto 863 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
Geopolitica.png
 
Cerca
1
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
 
Sondaggio
1
Cosa vi piace dell Ansu?











Voti: 441 | Commenti: 0
 
Grafica
1
Da qui potete scegliere il vostro tema grafico preferito del nostro sito, la vostra scelta restera' memorizzata per i vostri futuri accessi al portale.

 
Login
1






Devi loggarti per visualizzare i tuoi messaggi privati.

Choose your language:
deutsch english español français italiano português
 
Utenti
1
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti
 
Satira
1
Ecco alcune immagini casuali per un poco di allegria, NON prendetele seriamente.


 
Calendario
1
Data: 21/12/2014
Ora: 06:24
« Dicembre 2014 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
 
Lettura
1
Selezionate un testo dentro il sito e premete il tasto sotto per ascoltarlo in lingua italiana.


Freely inspired to Mollio template