A.N.S.U. » Leggi : Il misterioso super boato di Kokomo.
 
Annuncio
1

 
Statistiche
1
Visite: 765800




Mappamondo ultime visite

Il misterioso super boato di Kokomo.

Istituzioni.pngKokomo è una cittadina dell'Indiana (Midwest degli Stati Uniti d'America) dove il 16 aprile 2008 fu udita una fragorosa esplosione che generò una fortissima onda d'urto: i vetri delle finestre e gli infissi degli edifici tremarono nel raggio di 30 kilometri.



uploaded_image


La stessa notte molti abitanti di Kokomo e delle contee limitrofe videro una sfera arancione (altri testimoni descrissero una fila di luci fluttuanti all'orizzonte). A causa del boato, i centralini della Polizia e dei Vigili del fuoco furono subissati di telefonate per opera di cittadini spaventati. Almeno quaranta unità di soccorso furono allertate ed inviate sul luogo dove qualche testimone, come Mike Blake, aveva scorto precipitare un velivolo, ma le unità non reperirono rottami di nessun tipo né altre tracce di uno schianto.

Poiché presso Kokomo è ubicata la base aerea militare di Grissom, le autorità, pensando ad un bang prodotto da un velivolo in grado di superare la barriera del suono, interpellarono i responsabili della struttura: essi risposero che alle 22 e 15 tutti i jet erano a terra. In seguito, però, i militari e la Guardia nazionale cambiarono versione, chiarendo, con un dispaccio, che il boato era stato prodotto da un F-16. Fu dichiarato che i bagliori erano in realtà dei flares sganciati dall'F-16, flares usati per confondere i missili a ricerca di calore. Nei giorni successivi ai misteriosi eventi, il quotidiano “Indianapolis Star” pubblicò un articolo in cui si prendeva in considerazione l'ipotesi secondo la quale il fragore e le luci erano riconducibili ad una pioggia di meteoriti.

L'inchiesta sul caso, condotta da Glenn Means del M.U.F.O.N., consentì di scartare via via le spiegazioni che erano state fornite per giustificare sia i bagliori sia il formidabile bang. Non furono trovati rottami di aereo; non furono individuati crateri di impatto scavati dagli aeroliti; il rumore assordante non poteva essere stato determinato da un velivolo che aveva infranto il muro del suono, giacché i velivoli che producono bang ultrasonici devono incrociare a non meno di 30.000 piedi: a terra il bang prodotto a quell'altitudine è percepito come uno schiocco.

I ricercatori Acwort, Birnes ed Uskert hanno impiegato un cannone ad hoc per tentare di riprodurre l'intensità della detonazione udita dai cittadini di Kokomo, ma quasi tutti i testimoni hanno affermato che la deflagrazione del 16 aprile 2008 era stata molto più assordante rispetto a quella generata dall’apparecchiatura.

Alcuni investigatori hanno correlato il caso di Kokomo all’avvistamento, avvenuto il 16 gennaio 2008 a Denver (Indiana), a 45 km a nord di Kokomo, di una “torre volante”. L’ordigno, costellato di luci, fu notato dal ventiduenne Robbie Becks. L’oggetto, immortalato dal giovane in un video della durata di quattro minuti e realizzato con un cellulare, era diretto verso Kokomo.

Resta una congettura che non è stata presa in considerazione dai vari ricercatori ed è la seguente: il rimbombo di Kokomo potrebbe essere ascritto ad un esperimento militare in atmosfera, implicante tecnologie segrete e manipolazioni della materia-energia. E’ naturale che si tratta solo di una supposizione, ma il fenomeno dei rumori tonitruanti non attribuibili a cause note è sempre più frequente e le interpretazioni tradizionali (brillamento di mine, bang ultrasonici, collisioni in volo…) si rivelano sempre meno adeguate.

http://www.reporterliveitalia.info/2010/12/il-misterioso-boato-di-kokomo.html



Pubblicato Mercoledi 05 Ottobre 2011 - 20:49 (letto 2221 volte)
Comment Commenti? Print Stampa Bookmark and Share



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read MIB: le reazioni psicologiche. (31/08/2015 - 10:41) letto 100 volte
Read Un comitato italiano per lo spazio. (06/06/2015 - 11:10) letto 328 volte
Read Una squallida persecuzione di Stato. (25/05/2015 - 19:41) letto 313 volte
Read Studenti in fuga dalla base di Kimberly. (18/02/2015 - 20:20) letto 658 volte
Read Iawn: la rete di Difesa Planetaria. (25/01/2015 - 23:56) letto 607 volte
Read La Russia avvia le forze armate spaziali. (31/12/2014 - 11:30) letto 1139 volte
Read Spazio: strano discorso di Rogozin. (28/12/2014 - 17:54) letto 864 volte
Read Caronia: in attesa dell'incontro di Roma. (26/10/2014 - 19:47) letto 741 volte
Read L'isolamento per Canneto Di Caronia? (22/10/2014 - 10:25) letto 776 volte
Read Caronia: il ministro Alfano si impegna... (15/10/2014 - 18:24) letto 688 volte
Read Un parlamentare chiede di agire a Caronia. (06/10/2014 - 11:24) letto 623 volte
Read Armi per modificare la mente. (26/09/2014 - 10:36) letto 902 volte
Read Caronia: le istituzioni abbandonano... (18/09/2014 - 20:09) letto 637 volte
Read La Russia non aiuta piu' il cover up? (10/09/2014 - 12:04) letto 1094 volte
Read Sicilia: inferno di microonde. (15/08/2014 - 19:38) letto 767 volte
Read Area 51: un nuovo super hangar. (15/08/2014 - 19:26) letto 894 volte
Read Caronia, dura interrogazione parlamentare. (30/07/2014 - 16:02) letto 2398 volte
Read 1990: ufo distrugge radar sovietico. (25/06/2014 - 22:11) letto 1205 volte
Read Rettiloidi: primo ministro smentisce di esserlo. (02/03/2014 - 10:43) letto 1472 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
Istituzioni.png
 
Cerca
1
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.
 
Referenze
1

 
Sondaggio
1
Cosa vi piace dell Ansu?











Voti: 496 | Commenti: 0
 
Login
1






Devi loggarti per visualizzare i tuoi messaggi privati.

Choose your language:
deutsch english español français italiano português
 
Utenti
1
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 7 ospiti
 
Satira
1
Ecco alcune immagini casuali per un poco di allegria, NON prendetele seriamente.


 
Segnalazione
1

 
Calendario
1
Data: 02/09/2015
Ora: 14:44
« Settembre 2015 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30
 
Lettura
1
Selezionate un testo dentro il sito e premete il tasto sotto per ascoltarlo in lingua italiana.


Freely inspired to Mollio template